Logo


Benvenuti nella Librairie Française
Ha quasi sessanta anni la Librairie Française di Torino, che fa la prima libreria di cultura e letteratura francese nata in Italia. Aprì i battenti nel 1952 grazie all'intuizione dell’italo-francese Aldo Caputo (1919-2000): dalla sua iniziativa nacque un'impresa volta a riannodare i fili dei rapporti culturali tra i due paesi e a saldare la frattura che la guerra aveva provocato attraverso la diffusione della letteratura e dell'arte francese ed europea e la circolazione delle idee dopo la chiusura autarchica della dittatura fascista. Erano gli anni della ricostruzione del paese e della nascita della Comunità Europea del Carbone e dell'"Acciaio(1951), primo passo verso la edificazione di una nuova Europa.

Un'intensa attività di mostre e conferenze fece della libreria uno dei luoghi della cultura torinese (la prima sede in via Carlo Alberto 2, poi in piazza Castello - dove ora si trova la Feltrinelli - in seguito in via Lagrange, fino al trasferimento in via Bogino). Se si osservano i profili dei protagonisti e si scorrono i nomi dei collaboratori e dei frequentatori si possono ritrovare i percorsi, le idee e i valori di libertà, di rispetto della persona, di democrazia che sono alla base della costruzione dell'Europa.